lievitati

Panini con provolone, olive e pistacchi

23 marzo 2018

panini farciti con provolone o segnaposto?

Panini con provolone, olive e pistacchi

Una bella – e fredda – mattina di marzo. Mi sveglio con un’idea che voglio realizzare, ovvero dei piccoli panini farciti, da utilizzare come segnaposto per il pranzo di Pasqua o per un pranzo/cena di primavera.
Circa la farcitura ho le idee chiare, ovvero provolone stagionato che nei panini è perfetto, pomodori secchi, olive e pistacchi tutti utilizzati spessissimo da me in pani, panini e muffin.

Sono solo incerta se fare un impasto semplice, ovvero farina, lievito e olio extravergine, oppure aggiungere uova e latte e ottenere un effetto brioche.
Poi, opto per la semplicità. Sicuramente uova e latte rendono i panini più golosi, ma appesantiscono e lo sapete, l’ho scritto più volte, preferisco sempre cucinare seguendo principi salutari.
In ogni caso ho preparato lo starter che poi ho aggiunto agli ingredienti. Le olive le ho denocciolate prima di utilizzarle, se preferite, potete acquistarle già snocciolate. I pistacchi fanno molto bene e creano una differenza di texture con le olive e il formaggio.

Preparando la tavola di Pasqua 2

Per la forma da dare ai panini, invece, non ho dubbi, utilizzerò gli stampi da mini muffin. Come scrivevo nel post sui tagliolini, la prima proposta che ho presentato per Pasqua ho immaginato un bel tavolo di noce, sul quale poggiare dei runner di lino bianco o colori pastello. Piatti semplici, di diversi colori, qualche bricchetto per il latte nei quali porre fiorellini di campo ed erbe aromatiche.
Con queste premesse come rendere i panini dei segnaposto è facile. Carta forno, spago, erbe aromatiche e carta da pacchi marrone.
Con la carta forno ho realizzato delle striscette nelle quali ho avvolto i panini, lo spago ha decorato e trattenuto le erbe aromatiche.
Il basilico, il rosmarino, il timo, le foglie di salvia sono perfette per decorare e con la carta da pacchi ho realizzato delle piccole etichette sul quale scrivere il nome del commensale.
Oppure, le etichette potrebbero essere usate per scrivere gli ingredienti dei panini.

Okkei, ingredienti decisi, segnaposto pure, mancano ancora due cose, un caffè e un CD. Per impastare mi piace tanto Sting, anzi no, faccio un salto a metà degli anni 80 e metto Synchronicity dei Police.

Panini con provolone, olive e pistacchi 2

Panini integrali con provolone, pomodori secchi, olive nere e pistacchi

ingredienti per 10 panini:

per lo starter:

11,5 g. di lievito di birra,
1/2 cucchiaino di miele di acacia,

per l’impasto:

350 g. di farina semi integrale 1,
50 g. di semola integrale,
2 cucchiai di olio extravergine di oliva,
pepe nero,
10 g. di sale,

per la farcitura:

55 g. di provolone invecchiato 18 mesi,
26 g. di pomodori secchi,
12 olive nere denocciolate.
15 pistacchi.

Per prima cosa preparate lo starter: ponete in un recipiente il miele, il lievito di birra e 1/2 bicchiere di acqua tiepida, mescolate bene gli ingredienti, coprite e fate riposare per 15/20 minuti. Alla fine del processo sulla superficie so sono formate delle bollicine.
Intanto tagliate a dadini piccolissimi il provolone, tritate le olive, i pistacchi e tagliate finemente i pomodori.
Setacciate le farine su una spianatoia, aggiungete il sale, una decina di giri di macinino del pepe, unite gli ingredienti, lo starter, mescolate bene e aggiungendo mano a mano acqua tiepida, mescolate ed impastate fino ad ottenere un impasto morbido, ma non appiccicoso.
Ponetelo in un recipiente, coprite con un canovaccio umido e fate lievitare per circa 2 ore e mezza.
Lavorate brevemente l’impasto, pesatelo, suddividetelo in 10 parti uguali, dategli la forma che più vi piace, se avete degli stampini ungeteli e ponete l’impasto, altrimenti disponetelo su una teglia ricoperta di carta forno, coprite con un canovaccio umido e fate lievitare per 30 minuti.
Poneteli in forno preriscaldato a 200° per 10 minuti, poi abbassate a 180° e fate cuocere per altri 15 minuti.
Sfornate, fate raffreddare bene e servite.

panini con provolone, olive e pistacchi

Alla prossima!

Giovanna

Print Friendly, PDF & Email

Only registered users can comment.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *